CARELIA

La Carelia si estende dalla costa del mar Bianco fino al golfo di Finlandia. Contiene i due laghi più grandi d'Europa, il lago Ladoga e il lago Onega.

L'istmo careliano si trova tra il golfo di Finlandia e il lago Ladoga. Il confine tra Carelia e Ingria, la terra dello strettamente imparentato popolo ingriano, è tradizionalmente marcato dal corso del torrente Sestra/Rajajoki (in russo Сестра/Раяйоки), oggi nell'area metropolitana di San Pietroburgo, ma che nel periodo 1812-1940 costituiva il confine russo-finnico.

Sull'altro lato del lago Ladoga, il fiume Svir viene tradizionalmente considerato il confine meridionale della Carelia, così come il lago Saimaa segna il confine occidentale, mentre il lago Onega e il mar Bianco costituiscono il confine orientale. A nord si trovava il popolo nomade dei Sami, ma non c'è nessun confine naturale se non boschi (taiga) e tundra.

Nei testi storici la Carelia viene talvolta divisa in Carelia orientale e Carelia occidentale, che vengono rispettivamente chiamate anche Carelia russa e Carelia finlandese. L'area a nord del lago Ladoga, che apparteneva alla Finlandia prima della seconda guerra mondiale, viene chiamata Carelia Ladoga, e le parrocchie sul vecchio confine di prima della guerra vengono talvolta chiamate Carelia di frontiera. La Carelia bianca è la parte settentrionale della Carelia Orientale e la Carelia olonets è la parte meridionale.

Il termine Carelia di Tver denota i villaggi dell'oblast' di Tver, che sono abitati dai careliani.
omeganet.it - Internet Partner