FINLANDIA

La Finlandia (in finlandese Suomi ed in svedese Finland), ufficialmente Repubblica di Finlandia (in finlandese Suomen tasavalta, in svedese Republiken Finland) è uno Stato membro dell'Unione Europea, è situata nell'Europa settentrionale, si affaccia sul mar Baltico ed ha come capitale Helsinki. Ha una superficie di 337.030 km² ed una popolazione di circa 5.400,000 abitanti. Confina a nord-ovest con la Svezia, a nord con la Norvegia, a est con la Russia ed è bagnata dal Mar Baltico - in particolare dal Golfo di Botnia a ovest e dal Golfo di Finlandia, che la lega, a sud, all'Estonia. La Finlandia è una repubblica facente parte dei Paesi nordici. La Presidente è Tarja Halonen ed il Primo ministro Jyrki Katainen. Le lingue ufficiali sono due: il finlandese e lo svedese; in Lapponia esiste poi una minoranza di circa 6.000 Sami. la cui lingua è legalmente tutelata insieme alla lingua rom ed alla lingua dei segni finlandese.
 
Morfologia
Il territorio della Finlandia, collocato nella parte orientale della regione geografica chiamata Fennoscandia, è compreso fra i 60° e i 70° di latitudine; oltre un terzo del territorio è a nord del Circolo Polare Artico e ciò fa della Finlandia uno degli stati più settentrionali al mondo. Fa parte della Regione biogeografica boreale.
La morfologia del territorio è conseguenza di intensi movimenti glaciali, ne risulta un territorio perlopiù pianeggiante e cosparso da circa 187.888 laghi di origine glaciale e di ogni dimensione spesso collegati fra di loro e con numerose isole. A nord del fiume Oulujoki il territorio cambia di aspetto, dirigendosi verso nord si incontrano dapprima numerosi rilievi collinari fino a giungere, nella parte nord-occidentale del paese al versante orientale delle Alpi Scandinave (punto più elevato è il monte Halti 1.328 m sul livello del mare), nella parte nord-orientale del paese si estende la Lapponia, la terra della tundra, abitata, oltre che dai finlandesi, da una minoranza Sami, la cui principale attività è l'allevamento di renne.
La costa del paese, pur essendo generalmente bassa, è frastagliata e la fronteggiano numerosissime isole.
È bagnata a sud dal Golfo di Finlandia ed a ovest dal Golfo di Botnia.
Le foreste - che interessano circa l'86% del territorio finlandese - costituiscono la maggiore risorsa del paese, che è un importante esportatore di legname e pasta di legno impiegata per produrre carta.
Il fiume più lungo del paese è il Kemijoki che sfocia nel Golfo di Botnia nei pressi della città di Kemi.
Nella parte sud-orientale del paese vi sono numerosissimi laghi (decine di migliaia, spesso comunicanti fra loro). Altri sono anche: Oulu, Kemi, Torne, Tornio, Ounas, Luiro, Kitinen, Ivalo, Muonio e Kitka.
 
Clima
Il clima della Finlandia appartiene alla fascia climatica temperata fredda, data la latitudine. Esso ha un forte carattere di "transizione" tra i climi continentali delle vaste plaghe russo-siberiane ed i climi oceanici delle regioni atlantiche ad ovest questo soprattutto durante l'inverno, quando la direzione di provenienza del vento influenza enormemente la temperatura. Il regime pluviometrico - come in tutte le terre boreali poste ad elevata latitudine (e con clima non "oceanico") - è caratterizzato da un picco massimo nella tarda estate (ad inizio agosto in Lapponia, a settembre nella zona meridionale) e da un inverno tendente al secco tanto più si va a nord. La quantità di pioggia annua è relativamente scarsa, soprattutto in Lapponia (dove si scende anche al di sotto dei 400 millimetri, specie nella zona di Ivalo). Le temperature medie del mese più caldo (luglio) sono comprese tra i 12-14 gradi delle colline della Lapponia (ma si scende anche al di sotto dei 10 nelle zone più elevate) ed i circa 18° della fascia meridionale.
Le temperature medie del mese più freddo (gennaio) variano tra i -5 °C della fascia costiera sudoccidentale ed i -14 °C delle zone più fredde della Lapponia (in particolare nei dintorni di Ivalo e nelle valli collinari vicino al confine svedese). I valori minimi annuali scendono frequentemente al di sotto dei -30°, ed in Lapponia le prime gelate autunnali si fanno sentire già tra settembre e ottobre.
In certe annate la Finlandia conosce escursioni termiche molto elevate nel medio periodo. Ad esempio nell'inverno 2006/2007, quando tra dicembre e gennaio a causa del dominio delle correnti oceaniche le temperature furono simili a quelle della Pianura Padana ed a febbraio un'ondata di gelo fece scendere il termometro anche sotto i -35°. Oppure nel caldo giugno del 2006, quando un'alta pressione atlantica "fuori rotta" fece salire il termometro a 35° sulle regioni meridionali ed a 30° in Lapponia per diversi giorni (grazie anche al lungo giorno boreale del solstizio d'estate). Inoltre i valori di "temperatura media" tendono ad avere significato solo se considerati nel lungo periodo, dato che possono variare di parecchio da anno ad anno.
   
Popolazione
La Finlandia ha circa 5.400.000 abitanti, con una densità di circa 16 abitanti per km². Questo fa di essa la terza nazione europea più scarsamente popolata, dopo la Norvegia e l'Islanda. La popolazione si è sempre concentrata nel sud del paese, fenomeno che si accentuò nel corso dell'urbanizzazione durante il 20° secolo, per ragioni climatiche e di comunicazione con le altre nazioni. La Finlandia detiene anche una delle più basse percentuali di immigrati: solo il 2,5% della popolazione. Gli immigrati sono prevalentemente di origine europea, con maggioranze russe, estoni e svedesi. Il diritto di ius soli non è del tutto valido: se un bambino è nato in territorio finlandese e non ottiene la cittadinanza altrove, allora riceve la cittadinanza finlandese.
La Finlandia possiede la più alta percentuale di suicidi con arma da fuoco in Europa e la seconda più alta nel mondo dopo gli Stati Uniti, mentre la percentuale generale di suicidi è in linea con quella estone e belga, che equivale a circa il triplo di quella italiana. Causa probabile il clima particolarmente rigido e gli interminabili inverni (con solo alcune ore di luce durante la giornata), l'alcolismo rappresenta una vera e propria piaga sociale, interessando un'alta percentuale della popolazione.  
 
Etnie
La grande maggioranza della popolazione finlandese (il 90,95% al 2008) appartiene al gruppo etnico e linguistico finlandese, di ceppo ugro-finnico, come la vicina Estonia.
La minoranza più significativa è quella di lingua svedese (5,44%), seguita da quelle russa (0,5%) ed estone (0,42%). Nel nord del Paese vive la comunità Sami, composta da circa 6000 persone.
 
Religioni
Secondo i dati dell'Istituto finlandese di statistica le religioni professate dalla popolazione finlandese sono: luterani 78,3%; atei ed agnostici 19,2%; ortodossi 1,1%; altre religioni 1,4%.
 
Lingue
Secondo la costituzione finlandese le lingue nazionali sono il finlandese e lo svedese. Il 90,37% della popolazione è di madrelingua finlandese ed il 5,42% di lingua svedese. I madrelingua svedese sono concentrati nella costa meridionale della nazione, nella regione dell'Ostrobotnia e nell'arcipelago delle Åland. In Finlandia sono anche parlate tre lingue sami: il sami di Inari, il sami settentrionale e il sami skolt (per un numero complessivo di 1750 locutori di lingue sami). Come conseguenza dell'immigrazione degli ultimi decenni, in Finlandia vengono parlate 23 lingue da almeno 1000 locutori. La seguente tabella riassume le prime 20 lingue parlate in Finlandia (statistiche al 31 dicembre 2005) compreso il linguaggio dei segni finlandese (statistica al 19 dicembre 2006).
 
Storia
La Finlandia fu abitata da gruppi di Lapponi e successivamente invasa da Finni (da cui il nome).
Il 1154 segna l'inizio del dominio svedese, durato quasi 7 secoli e che cominciò con l'introduzione del Cristianesimo da parte del re svedese Eric. Lo svedese divenne la lingua dominante, benché il finlandese sia riuscito a riprendere il dominio durante il XIX secolo con le spinte nazionaliste finlandesi che sono seguite al racconto nazional-epico finlandese, il Kalevala.
Nel 1809 la Finlandia venne conquistata dalle armate dello Zar Alessandro I, e rimase un granducato autonomo collegato all'Impero russo fino al 1917.
Il 6 dicembre 1917, poco dopo la rivoluzione d'Ottobre in Russia, la Finlandia dichiarò la propria indipendenza. Dopo un breve tentativo di stabilire una monarchia, nel 1918 il Paese fece l'esperienza di una breve ma sanguinosa guerra civile che avrebbe caratterizzato la politica locale per molti anni. Il 1919 vide la nascita dell'attuale repubblica finlandese. Territori che la Finlandia cedette all'Unione sovietica a seguito dell'Armistizio di Mosca (1944), alla fine della Guerra di continuazione: ai territori persi nel 1940 si aggiunsero la regione di Petsamo e Porkkala, quest'ultima però venne riottenuta dalla Finlandia nel 1956
Durante la seconda guerra mondiale, la Finlandia venne attaccata dai sovietici, che non riuscirono ad invaderla, al contrario delle vicine Estonia Lettonia e Lituania, ma combatté strenuamente contro l'Unione Sovietica due volte: durante la Guerra d'inverno (1939-1940) e poi dal 1941 al 1944 nella cosiddetta Guerra di continuazione. A questa seguì la Guerra di Lapponia (1944-1945) nella quale la Finlandia combatté anche contro la Germania nazista. I Trattati di Parigi (1947) firmati con l'Unione Sovietica comportarono tuttavia ulteriori obbligazioni e restrizioni per la Finlandia nei confronti dell'U.R.S.S. oltre a concessioni territoriali a quest'ultima di ulteriori territori finlandesi (tra cui lo sbocco al Mare di Barents e parte della Carelia). Comunque, diversamente dalle Repubbliche Baltiche, la Finlandia riuscì a conservare la propria indipendenza, pur con diverse difficoltà e ingerenze russe nella politica.
La Finlandia divenne membro dell'Unione Europea nel 1995 ed è l'unico Paese scandinavo ad aver adottato l'euro come moneta, in sostituzione del marco finlandese. Nel 2011 anche la vicina Estonia ha adottato l'Euro.
 
Ordinamento dello stato
La Finlandia è fondamentalmente un sistema parlamentare, sebbene anche il Presidente abbia notevoli poteri. Il potere esecutivo è principalmente affidato al governo, capeggiato dal primo ministro. Gli affari relativi alla sicurezza nazionale sono divisi tra il presidente ed il primo ministro. Il governo condivide la responsabilità degli affari esteri con il presidente.
 
Suddivisioni storiche/amministrative
Attualmente la Finlandia è divisa in:
  • Sei province 
  • le province sono a loro volta suddivise in 20 regioni, che non detengono poteri amministrativi, bensì caratterizzano le varie parti della Finlandia da un punto di vista storico e culturale
  • le regioni sono divise in 74 sotto-regioni
  • le sottoregioni sono suddivise in 342 comuni.
Prima della riforma del 1997, le province erano 12, attualmente sono sei, di cui una a statuto autonomo:
  1. Finlandia meridionale
  2. Finlandia occidentale
  3. Finlandia orientale
  4. Oulu
  5. Lapponia
  6. Aland (provincia a statuto autonomo)
 Ogni provincia ha potere, in congiunzione con i ministeri del governo centrale, nei seguenti ambiti:
  • sanità pubblica e stato sociale
  • educazione e cultura
  • gestione delle forze di polizia
  • protezione civile
  • amministrazione del traffico
  • competizione e tutela del consumatore
  • amministrazione giudiziaria
Ordinamento scolastico
La Finlandia ha un tasso di alfabetizzazione del 100% ed è uno dei paesi al mondo con il più alto tasso di acquisto di libri e quotidiani pro capite.
Nel 1998 la spesa per l'istruzione ammontava al 6,2 % del PIL contro una media del 5,3% degli altri paesi dell'OCSE.
La scuola dell'obbligo inizia all'età di 7 anni e prevede 9 anni di frequenza divisi in un primo ciclo di sei anni, nei quali gli alunni hanno un solo insegnante e un secondo ciclo di tre anni nei quali hanno un insegnante per materia. La scuola è gratuita, gratuiti sono anche i libri di testo, i materiali necessari per l'attività didattica, il pasto e il trasporto per distanze superiori ai 5 km. La competenza del servizio scolastico spetta ai comuni. Tra le materie obbligatorie vi sono le due lingue ufficiali e un'altra lingua straniera.
Finita la scuola dell'obbligo si pone la scelta fra una scuola superiore generalista chiamata anche scuola secondaria superiore, organizzata in modo molto individuale nella quale si frequentano alcuni corsi obbligatori e corsi a scelta dello studente e la formazione professionale nella quale alla lezioni di teoria si affiancano periodi di apprendistato o affiancamento. I corsi obbligatori delle scuole secondarie superiori sono:
  • finlandese
  • letteratura
  • svedese
  • lingue straniere
  • matematica
  • scienze naturali
  • scienze umane e sociali
  • religione
  • educazione fisica e della salute
  • arte
 Mentre le materie delle scuole secondarie professionali sono:
  • finlandese e svedese
  • le lingue straniere
  • matematica
  • fisica
  • chimica
  • studi sociali
  • attività pratiche
  • educazione fisica e della salute
  • arti e cultura
La formazione superiore è divisa fra università e politecnici. Esistono 20 università in tutta la Finlandia; sono gestite e finanziate dallo stato, e quindi gratuite, e l'accesso avviene tramite esame di selezione. I politecnici sono invece gestiti dai comuni o da enti privati e si caratterizzano per un tipo di formazione più orientata ai fabbisogni del mondo del lavoro e meno alla ricerca.
 
Sistema sanitario
Fin dalla seconda metà degli anni 80 la Finlandia possiede un alto standard sanitario in tutto il territorio del paese. La nazione si è portata al passo coi tempi e coi suoi vicini scandinavi (Svezia, Danimarca e Norvegia). È tra i sistemi sanitari più efficienti del mondo. Sin da allora ha fatto notevoli progressi, per esempio nell'area pediatrica, dove ha il primato come paese con minore mortalità infantile al mondo. Con la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) -che si richiedere alla ASL di appartenenza in Italia- tutti i cittadini europei hanno diritto all'assistenza sanitaria pubblica gratuita in Finlandia. Le farmacie finlandesi, chiamate in suomi (è il nome della lingua parlata) Apteekki, sono reperibili facilmente dovunque e sono molto ben fornite, inoltre alcune nelle città più grandi (come Helsinki, Turku, Tampere, Oulu e altre) prestano servizio 24 ore su 24.
 
Forze armate
Le forze militari finlandesi sono suddivise in esercito. marina ed aviazione e guardia di frontiera. Quest'ultima dipende dal Ministero degli interni, ma può essere fatta confluire nell'esercito in caso di conflitto.
Le forze armate hanno un personale complessivo di circa 16.900 persone, tra cui 8.600 soldati professionisti; il numero di soldati pronti a un'eventuale mobilitazione è 35.000, mentre il numero complessivo di riservisti ammonta a circa 350.000. Sebbene non membro dell'Alleanza Atlantica, la Finlandia ha aderito al programma della NATO "Partnership for Peace", mettendo a disposizione le proprie forze militari per le missioni di pace. Attualmente la Finlandia ha schierato 70 soldati in Afghanistan che collaborano con le altre forze internazionali.
La ferma è obbligatoria, di durata variabile, 185, 290 o 367 giorni, a scelta del prescritto. È possibile in alternativa effettuare il servizio civile, organizzato dal Ministero del lavoro, e la cui durata è al 2007 fissata a 395 giorni, circa 13 mesi. La discrepanza tra la durata del servizio civile e la durata minima della ferma di leva (circa la metà), ha suscitato critiche a livello politico sia nazionale che internazionale.
 
Politica
La politica della Finlandia è inquadrata in una struttura basata su una repubblica democratica a rappresentanza parlamentare, con un sistema di governo semipresidenziale ed un sistema multipartitico. Il potere esecutivo è principalmente affidato al governo, capeggiato dal primo ministro. Gli affari relativi alla sicurezza nazionale sono divisi tra il presidente ed il primo ministro. Il governo condivide la responsabilità degli affari esteri con il presidente. Prima della riscrittura della costituzione, completata nel 2000, il presidente aveva ancora più poteri esecutivi.
 
Economia
La Finlandia, per livello di sviluppo economico, è simile agli altri paesi dell'Europa Occidentale. La sua economia è altamente industrializzata ed è orientata ai principi del libero mercato. Il reddito pro capite è circa uguale a quello di Paesi come la Germania e la Francia. Il livello di vita dei finlandesi è alto, ma rimane importante il problema della disoccupazione, più elevata che negli altri Stati scandinavi.
Con l'ingresso della Finlandia nell'UE, avvenuto il 1° Gennaio 1995, sono diminuite le imprese gestite dallo stato e sono aumentate quelle private.
Un ruolo chiave è svolto dall'industria. I settori più sviluppati sono quelli del legno, della metallurgia, della cantieristica navale, della progettazione, oltre all'industria elettronica e delle telecomunicazioni (è finlandese la multinazionale Nokia). È in crescita anche il settore del turismo.
Per quanto riguarda l'agricoltura si producono soprattutto grano ed altri cereali (avena, orzo e segale) e, nelle regioni più a nord, orzo e patate. Si allevano bovini e suini ed è importante anche l'allevamento di animali da pelliccia. In Lapponia riveste una notevole importanza l'allevamento della renna. La pesca rappresenta una delle principali risorse alimentari ed economiche per le popolazioni locali: è effettuata nel mar Baltico (aringhe e merluzzi), nei fiumi (salmoni e trote) e nei laghi.
 
Trasporti
La rete stradale è sviluppata; meno articolate le autostrade e le ferrovie, queste ultime gestite dalle VR. Importanti per la navigazione sono le acque interne, usate anche per la fluitazione del legname, per questo motivo sono presenti numerosi porti. La compagnia di bandiera per il trasporto aereo è la Finnair, che offre molti voli intercontinentali da e per Helsinki.
 
Esportazioni
Il commercio con l'estero è molto sviluppato e le esportazioni rappresentano circa un quarto del PIL.
Molto esportato il legname ed esportata - e diffusa in tutto il mondo - la cultura finnica della sauna. Con essa hanno preso piede anche diverse aziende nel settore della produzione di stufe sauna, accessori e componenti per la sauna (è finlandese la multinazionale Harvia distribuita in Italia dalla commerciale Finland Philosophy).
 
Importazioni
A parte il legname e pochi minerali, la Finlandia dipende largamente dalle importazioni per il suo fabbisogno di materie prime, energia e diversi componenti industriali.
 
Feste nazionali
Le feste nazionali sono:
  • Itsenäisyyspäivä: festa dell'indipendenza, 6 dicembre;
  • Vappu: festa del 1° maggio;
  • Joulu: il Natale in Finlandia;
  • Juhannus: festa dell'estate, la notte tra il venerdì e il sabato, tra il 20 giugno ed il 26 giugno.
Ambiente
La superficie complessiva delle aree protette appartenenti allo stato è pari a 14.961 km², altri 1.220 km² sono terreni privati. Le aree protette comprendono i parchi nazionali, le riserve naturali ed altre aree. La gestione del patrimonio di aree protette è affidata all'Ente finlandese parchi e foreste (Metsähallitus), due dei 35 parchi nazionali sono gestiti dall'Istituto finlandese per la ricerca forestale.
 
Le aree protette sono:
  • Parchi nazionali della Finlandia (Kansallispuisto) - 8,170 km²
  • Riserve nazionali della Finlandia (Luonnonpuisto) - 1,530 km²
  • Aree paludose protette (Soidensuojelualue) - 4,490 km²
  • Aree forestali e prative protette (Lehtojensuojelualue) - 13 km²
  • Foreste "antiche" protette (Vanhat metsät) - 100 km²
  • Aree di protezione delle foche grigie (Hylkeidensuojelualue) - 190 km²
  • Altre aree protette su territorio dello stato - 468 km²
Al di fuori delle aree protette il "diritto di ogni individuo" permette a chiunque di accedere liberamente alle terre ed alle acque, di raccogliere bacche e funghi.

Sauna
L'associazione FINLANDIA = SAUNA è assai diffusa, proprio perchè la cultura della sauna è parte integrante dello stile di vita dei Finlandesi. Basti pensare che è calcolato che in Finlandia esite una sauna ogni due abitanti. Per i Finlandesi la sauna è un luogo dove rilassarsi fisicamente e mentalmente, non è un lusso ma una necessità: tanto che la sauna stessa è la prima costruzione tradizionalmente eretta da un contingente militare di pace finlandese.
Questa consuetudine deriva dalle origini stesse della popolazione finlandese: la sauna è sempre stata la prima costruzione realizzata da chi si spostava. D'altra parte nella sauna si può vivere, cucinare il cibo sulla stufa, prendersi cura della propria igiene e, come sopra riportato, far partorire in un ambiente abbastanza sterile.
omeganet.it - Internet Partner