STUFA SAUNA

La stufa sauna (detta anche impropriamente fornello o fornelletto sauna, riscaldatore sauna, generatore calore sauna, ecc.) è la tecnologia che consente - all'interno di un locale chiuso - il riscaldamento dello stesso ed il raggiungimento di alte temperature.

La stufa sauna è parte integrante della sauna stessa e rappresenta di fatto il cuore della sauna.
Esistono svariate tipologie di stufe per sauna, anche se si è soliti dividere le stufe in due grandi famiglie:
  • STUFE ELETTRICHE (con le resistenze annegate nelle pietre peridotitiche)
  • STUFE A COMBUSTIONE A LEGNA
Esistono poi sul mercato sperimentazioni di stufe per sauna a metano o gas, ma tali produzioni rappresentano delle pure sperimentazioni.
La tiplogia di stufa per sauna più diffusa è indubbiamente la stufa elettrica che deve essere opportunamente dimensionata alla cubatura della sauna stessa. Esistono sul mercato della sauna stufe eletttriche con potenze a partire dai 2.0 Kw. sino a potenze per saune pubbliche da 50.0 Kw.

Il corretto rapporto CUBATURA > POTENZA - in ambito professionale dove la stufa resta in funzione 8/10 ore giornaliere - è di 1 > 1 ovvero per 1 m/cubo si necessita di 1 Kw. (1000 W) di potenza elettrica, scalando via via nella potenza impiegata al salire della cubatura. Per l'utilizzo a livello domestico è invece possibile sottodimensionare detto rapporto a 1 m/cubo > 0,75 Kw., mettendo in preventivo tempistiche di pre-riscaldamento poco più dilatate, ma per contro un impiego sauna limitato ad una o due ore di funzionamento giornaliero al massimo.
E' importante dimensionare correttamente la stufa sauna in funzione della cubatura della stessa a fini energetici e funzionali.
Una stufa sauna sottodimensionata è costretta a lavorare in continuo, senza possibilità di distacco delle resistenze al raggiungimento della temperatura desiderata. Questo oltre a deteriorare le componenti elettro/meccaniche della stufa sauna comporta un considerevole dispendio energetico. Le stufe elettriche per sauna sono concepite per il raggiungimento della massima temperatura di 105/110 °C, anche se poi la norma vuole che ci si sottoponga alla sauna a temperature comprese tra i 70°C ed i 90° C.

Anche per quanto riguarda le stufe a combustione a legna  esitono gli stessi rapporti CUBATURA > POTENZA da rispettare.
In questo caso non sono le resistenze a determinare la potenza impiegata, ma i Kw. di potenza espressi per le stufe a legna sono frutto di un astruso calcolo/rapporto in funzione della dimensione della camera di combustione della stufa stessa.
Inutile dire che per quanto riguarda le stufe a combustione a legna la resa termica è strettamente legata - e funzionale - alla tipologia di legna impiegata per la combustione. Ovviamente la stufa a legna per sauna rappresenta e rispecchia - in assoluto - la tradizione tipica finlandese ed il sottoporsi ad una sauna con stufa a legna ha un fascino del tutto particolare. Il limite vero alla diffusione delle stufe a legna nelle ns. saune nazionali è legato alla disponibilità di una canna fumaria (evacuazione fumi) predisposta nel vano sauna, mentre in ambito professionale ci si scontra spesso con alcuni limiti delle locali ASL in materia di restrizioni igienico/sanitarie.
omeganet.it - Internet Partner